Come piantare alberi da frutto

+1 voto
quesito posto 21 Febbraio 2013 da Joy Joy
modificato 21 Febbraio 2013 da Joy Joy
Ciao a tutti,

Ho intenzione di piantare degli alberi da frutto nel mio giardino. Mi sono documentato da varie fonti e vi riporto quello che so.

In vivaio vendono alberi in vaso di varia grandezza a seconda dell'età, in genere 2, 3 e 5 anni oppure a radice nuda (listoni). Molti consigliano di piantare l'albero giovane, più la piantina è piccola e meglio è. Quando è piccola la pianta atticchisce meglio al terreno e cresce più robusta e in salute. Ora per quanto mi riguarda, se pianto un alberello giovane probabilmente dovrò attendere qualche anno prima di raccogliere i primi frutti, mentre con gli alberi di 3-4 anni il processo di fruttificazione avverrà con un'attesa minore ma con un rischio maggiore sulla salute dell'albero. che fare?

Le buche nel terreno che accoglieranno gli alberelli devono essere all'incirca 50x50x50 di dimensioni e devono essere scavate qualche giorno prima della effettiva messa a dimora. Questo per permettere alla terra di essere ben aerata e ossigenata. Alla base della buca è consigliabile depositare uno strato di circa 20cm di ghiaia, per permettere all'acqua in eccesso di drenare e non ristagnare in prossimità delle radici con il rischio di danneggiarle.

Ora posso posizionare l'albero (radici) nella buca e ricoprirlo con la terra scavata in precedenza mista a concime fresco organico. L'albero dev'essere ricoperto di terra con il colletto che spunta appena fuori la superficie.

Gli alberi devono essere piantati ad una distanza minima di 4 metri l'uno dall'altro.

Alcuni consigliano di posizionare un tutore al fianco dell'alberello per sorreggerlo e mantenerlo in posizione in caso di vento, altri lo sconsigliano perchè aiutano la pianta ma la fanno anche crescere più debole.

Più o meno ho riportato tutto quello che so a riguardo se qualcuno di voi può commentare o dare consigli ne sarei felice e grato.

Grazie

Joy Joy
condividi

4 Risposte

+2 voti
risposta inviata 21 Febbraio 2013 da Armando Riccetti
hai già tan tiimput, devi solo decidere da quale frutta partire....(ricorda che pur "inanimate" son sempre vive!...se ti facessero nascere in un posto e poi, dopo un...7/8 anni ti portassero a vivere altrove?....) dopo 3 anni da "giardiniere", mi hanno insegnato a guardare le piante come dei bimbi che crescono, vanno curate-amate-rispettate-e ben nutrite! detto questo.....buon lavoro!

buona vita buon raccolto Armando!

p.s: in base alla regione, guarda bene le "specie" che scegli!, ad esempio: io, vivo in lombardia, oggi quì nevica...pre g.t.p, alcune piante dovrebbero già cominciare a germinare...quindi per mè, in base a quello che m'hanno insegnato, prenderei delle piantine tardive, in modo tale che quando comincieranno la germinazione, ci siano meno probabilità di sbalzi termici!!

di nuovo buon tutto Armando!
Grazie Armando, ho molto rispetto nei confronti della natura. farò del mio meglio per trattarla e curarla come merita. Io vivo in Abruzzo e conto di piantare gli alberi presto, tra circa un paio di settimane, sperando che le gelate notturne siano clementi.
Buona vita anche a te!
JoyJoy
+3 voti
risposta inviata 21 Febbraio 2013 da Mizar Mariutto
Ho piantato 34 alberi da frutta. Di tutto di più e sono in Lombardia, quindi con clima già descritto da Armando.

Le mie piante erano tutte in vaso, e le più giovani avevano 3 anni NON 2 (bimbi delicati). Sono peri, meli, albicocchi, ciliegi, prugne, melograni, caci, nespoli, mandorli, etc etc. MA SEMPRE doppie (se un anno una non fruttifera, lo fa l'altra).

Il mio terreno è abbastanza grande quindi ho spazio da vendere e ho creato 3 file con 4mt per lato di distanza.

Le buche NON son stato lì a misurarle, prendevo la misura in modo tale che il fusto non fosse sotto terra e sul fondo ho messo del letame, uno strato minimo di terra mescolata ad organico e poi la pianta dopo aver mosso la terra del vaso.

Inoltre, la buca l'ho fatta abbastanza larga in quanto le radici devono trovare agio nel muoversi e NON cemento.

Una volta ricoperto tutto altro strato di letame e 3 pali ben conficcati a terra con corda a tener dritta la pianta. Tali pali devono restare per il tempo necessario affinché le radici non prendano bene e il terreno non si consolidi. Alcune mie piante sono state sorrette per un paio di anni.

Rammenta una cosa, tutte le piante zuccherose tienile lontane attirano le vespe e non è piacevole averle in mezzo alle scatole. :)

Tutto questo è la mia personale esperienza, null'altro.

Mizar
Grazie per la tua risposta Mizar,
Hai davvero una gran varietà di frutti! sono invidioso un pò.
Quindi mi consigli di piantare alberi di almeno 3 anni. Ho visto ci sono alcune specie autofertili come per esempio nei ciliegi, me le consigli? o forse è sempre consigliabile metterne un paio per specie.

Se pianto alberi di 3 anni, (ciliegi, cachi, meli, arance, fichi) quanto tempo pensi dovrò attendere prima di mangiare i primi frutti?

Quindi da quel che ho letto tu non hai creato una base di ghiaia nella buca per il drenaggio. io ho un terreno un pò argilloso e non vorrei si depositasse troppa acqua in superficie.

un'ultima cosa, riguardo le piante zuccherose.
Vicino casa vorrei piantare un bel gelso, pensi sia rischioso? :)

Grazie ancora e a presto!

JoyJoy
Parto dall'ultima.
Il gelso non ha problemi, ma metti quello bianco è dannatamente buono, gustoso, fantastico. Ma rammenta che farà un ombrello pazzesco. all'interno della cascina dove vivo ne abbiamo 2 di cent'anni (o forse più) ed ha un ombrello di almento di 8mt. Quindi fai attenzione a dove la metti.
Ho 2 piante di fichi all'ingresso del terreno ed è un casino totale.
Se le metti giù ora, forse qualcosa mangi quest'anno. Di sicuro l'anno prossimo ne avrai da far indigestione.
Un'ultima cosa, 4mt di distanza prevede un ombrello veramente grande, ma solo nel tempo ne guadagnerai. Per i primi 4o5 anni sembrerà un deserto, ma alla lunga vedrai che spettacolo.
Il mio è argilloso a 7mt di profondità :), quindi devi vedere te per il tuo.
Ho 2 ciliegi innestati e un amareno, che dirti, mia figlia mi ha minacciato se gli frego le ciliege. :)
Sulla quantità per tipo di pianta io ne ho 2 o 3 per frutto, poi la qualità non son stato lì più di tanto. Di sicuro ho scelto quelle che mi piacievano come gusto.

Mizar
Ah si? a me hanno detto che il gelso nero è quello più dolce e buono, mah :) si l'ho pianto appunto per il suo grande ombrello, avrei intenzione di costruire ai suoi piedi una sorta di pedana o patio in legno per le giornate estive. Spero solo non butti giù resina o altri elementi fastidiosi. Mi guarderò bene dal piazzarlo in una zona sufficientemente spaziosa per lui. Grazie ancora per i tuoi preziosi consigli. A presto e buone cose.

JoyJoy
Ora che ci penso, è vero. È quello nero il più dolce. Scusa, ma io adoro quello bianco e mi faccio di quelle scorpacciate pazzesce, mi sa che sono di parte. :)
+3 voti
risposta inviata 21 Febbraio 2013 da Silvia Carpio
Ciao,

Non sono un'agronoma ma lavoro nel settore dell'ortofrutta fresca da quattro anni. Mi sto appassionando alla frutticoltura. L'azienda dove lavoro non confeziona e vende solo frutta ma possiede vivai ed aziende agricole.

se avessi la possibilita' di piantare un albero da frutto, lo comprerei giovane. Non avrei premura di raccogliere i frutti. Gli alberi da frutto se vigorosi danno qualche frutto anche alla prima foglia (ovvero dopo un anno) ma la vera produzione arriva alla terza fogli, ovvero al terzo anno..... ma non avrei fretta piuttosto mi incanterei ad ammirare l'evoluzione della pianta, la fioritura e poi la nascita dei piccoli frutti in principio e poi grandi.

la natura e' meravigliosa. Noi uomini abbiamo la presunzione di gestirla ma lei e' troppo " forte".

ora che vivo tra mele, pere, kiwi, patate, meloni, angurie, carote ed altro ne ho la prova.

percio' pianta un giovane alberello e quando avrai i primi frutti sara' gia' ora di pensare ad un altro nuovo alberello!
Ciao Silvia, grazie per i tuoi consigli. Complimenti per la tua attività. E' vero quello che dici, io nell'infanzia avevo un rapporto speciale con la natura che poi man mano è andato un pochino scemando, ma sono convinto che ritornerò a stupirmi e meravigliarmi di nuovo come un tempo.
Buon lavoro e a presto.

JoyJoy
0 voti
risposta inviata 22 Febbraio 2013 da Maria Pia G.
ciao! se le poti bene non ci mettono una vita a far frutti. melo e pero di 2 anni a 4 possono già cominciare a far frutti, per esempio, poi dipende dalle specie.
Buongiorno a tutti,
ho letto le vostre risposte e ne sapete veramente tanto più di me che sono una novellina... Sono interessata anch'io a piantare qualche pianta da frutto nel mio giardino, ma sono molto indecisa sulla qualità da scegliere. Vivo in lombardia (quindi problema di gelate notturne anche a febbraio/marzo a seconda degli anni). Vorrei piantare un pruno, un melo, un ciliegio, un cachi e un albicocco (lo spazio non è infinito purtroppo perchè mi sarebbe piaciuto piantare anche dei kiwi). In realtà ho sentito tanti vicino a noi che dicono che da qualche anno da noi le albicocche non vengono più bene... fanno pochi frutti e a volte quasi nulla per via del clima: è vero? E x le altre specie potrei avere problemi?
Ho la possibilità di piantare le piante a nord della casa dove prendono pochissimo sole e dove c'è un terreno (purtroppo argilloso nella nostra zona) che è sempre molto bagnato, oppure a sud o a est... Qual è la posizione migliore a seconda della specie?
Grazie mille del vostro aiuto e buona giornata!
Carla
Ciao Maria Pia, grazie mille per i tuoi consigli.
In bocca al lupo per la tua prossima piantagione Carla. L'unica domanda a cui mi sento di rispondere è quella sull'esposizione. Gli alberi come del resto tutta la vegetazione ha bisogno di luce e sole. Cerca di piantare in zone soleggiate e possibilmente riparate, se si troveranno con poca luce o all'ombra ne risentirebbero molto.

JoyJoy
...